Proprietà delle Opzioni

I fattori che influenzano i prezzi delle opzioni:

- Il prezzo corrente del sottostante

- Il prezzo di esercizio

- La vita residua

- La volatilità del prezzo dell’azione

- I dividendi attesi durante la vita dell’opzione

 

Prezzo sottostante e prezzo di esercizio:

Il valore di una call esercitata è pari alla differenza tra il prezzo dell’azione ed il prezzo d’esercizio. Pertanto le calls valgono di più de cresce il prezzo dell’azione e valgono di meno se cresce il prezzo di esercizio. Per le puts viceversa il valore finale è pari alla differenza tra il prezzo d’esercizio e il prezzo dell’azione. Pertanto le puts valgono di meno se cresce il prezzo dell’azione e valgono di più se cresce il prezzo d’esercizio.

 

Vita residua:

SI consideri ora l’effetto della data di scadenza. Le calls e le puts americane valgono di più al crescere della vita residua. Per capire il motivo si considerino due opzioni che differiscono tra loro solo per la scadenza. Chi possiede l’opzione con la vita residua maggiore ha tutte le opportunità di esercizio del possessore dell’opzioni con la vita residua minore e altre ancora. Pertanto, l’opzione con la vita residua più lungadeve valere almeno quanto l’opzione con la vita più breve.

 

Volatilità:

SI può dire che la volatilità misura l’incertezza circa il futuro comportamento del prezzo di un titolo. Al cresce della volatilità cresce la probabilità che la performance del titoli risulti molto brillante o molto modesta. Per chi possiede un titolo questi due risultati tendono a compensarsi tra loro. Non è così per chi possiede una call o una put. Chi ha una call trae beneficio dai rialzi di prezzo ma ha un rischio inferiore limitato, perché in caso di ribasso il massimo che può perdere è il prezzo dell’opzione. Analogamente chi ha una put tra beneficio dai ribassi ma ha un rischio inferiore limitato in caso di rialzo sempre perché la limite perde il premio dell’opzione. Pertanto il valore delle calls e puts aumenta al crescere della volatilità.

 

Dividendi:

I dividenti fanno diminuire il prezzo delle azioni nel giorno di stacco. SI tratta di una cattiva notizia per il valore delle calls e di una buona notizia per il valore delle puts. Pertanto la relazione tra il valore di una call e l’importo dei dividendi attesi è negativa mentre la relazione tra il valore di una put e l’importo dei dividenti attesi è positiva.

Got something to say? Go for it!